Aggio gratta e vinci spesometro


aggio gratta e vinci spesometro

Tale compilazione permetterà di segnalare all'Agenzia la legittima presenza di ricavi ad aggio, anche per il contribuente che esercita in via prevalente l'attività di commercio al dettaglio di calzature.
Il superamento di detto limite comporta l'inutilizzabilità in sede di accertamento delle risultanze dello studio di settore, con la conseguenza che i relativi risultati saranno utilizzati ai fini della selezione delle posizioni da sottoporre a controllo con le ordinarie metodologie (articolo 2, comma 1, del.
Nel prospetto multiattività occorrerà indicare, al rigo 1, il codice dello studio VM05U e i relativi ricavi pari.200.000 euro, e, al rigo 2, il codice studio VD26U e i ricavi pari a 800.000 euro ( FIG.
Sono considerate attività di vendita di generi soggetti ad aggio o a ricavo fisso quelle riguardanti: la rivendita di carburante; la rivendita, in base a contratti estimatori, di giornali, di libri e di periodici; la vendita di valori bollati e postali, generi di monopolio, marche.2 La regola della compilazione dello studio di settore relativo all'attività prevalente si applica anche nel caso in cui tale attività sia cessata nel corso dell'anno.I criteri da applicare per individuare correttamente il modello che deve essere utilizzato quando si svolgono più "mestieri" contraddistinti da diversi codici Ateco.Per gli studi di settore che si riferiscono ad attività caratterizzate principalmente dalla vendita di beni ad aggio, vale a dire lo studio di settore UM80U ( Vendita al dettaglio di carburanti per autotrazione lo studio VM13U ( Commercio al dettaglio di giornali, riviste.La prima operazione da effettuare nel caso di svolgimento di più attività economiche sarà, dunque, quella di determinare l'attività prevalente svolta dal contribuente, per poi verificare se per la stessa sia stato approvato un apposito studio di settore ovvero sia prevista l'applicazione dei parametri,.30/E del 19 settembre, in quelle fattispecie che maggiormente possono creare delle criticità a chi è tenuto a tale obbligo dichiarativo.30/2013 ha infatti precisato che, nel caso in cui il contribuente eserciti più attività che non rientrano in uno stesso studio di settore, se nel corso del periodo d'imposta viene cessata l'attività dalla quale si è conseguito il maggior ammontare dei ricavi, andrà comunque presentato.Nel prospetto relativo alle imprese multiattività occorrerà indicare, al rigo 1, il codice dello studio "VG54U" e i ricavi pari a 690.000 euro (bisognerà sommare i ricavi dell'attività principale agli aggi derivanti dall'attività della ricevitoria e, al rigo 2, il riferimento allo studio VG36U.Confezione di abbigliamento in pelle e similpelle " (per tale attività è prevista l'applicazione dello studio di settore VD26U) 500.000 (pari al 25 dei ricavi complessivi) 4, compensi derivanti dall' attività tecniche svolte da geometri " (per tale attività è prevista l'applicazione dello studio.Innanzitutto, occorre separare le attività svolte in forma d'impresa da quelle svolte in forma di lavoro autonomo.Ad esempio, forbice per tagliare capelli prezzo se un contribuente esercita le seguenti tre attività, con i risultati indicati di seguito: 1 Ricavi derivanti dall'attività di " Commercio al dettaglio di calzature e accessori " (per tale attività è prevista l'applicazione dello studio di settore VM05U) 600.000 (pari.Per alcuni studi di settore (VG36U - Ristorazione, VG37U - Bar e gelaterie, VG54U - Sale giochi e gestione di apparecchi che consentono vincite in denaro i relativi decreti di approvazione ne prevedono l'applicazione anche se i ricavi provenienti dalla cessione di alcuni beni soggetti.Supponiamo, ad esempio, che un contribuente oltre a svolgere l'attività di " commercio al dettaglio di calzature " (studio VM05U) dal quale consegue il 90 dei ricavi, eserciti anche l'attività di " commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici " (studio VM13U) conseguendo aggi.
Riprendendo l'esempio fatto precedentemente, il contribuente dovrà compilare il frontespizio del modello VMO5U come di seguito riportato: FIG.

Ricavi derivanti dall'attività di servizi di vigilanza " (per tale attività è prevista l'applicazione dei parametri) 600.000 (pari al 30 dei ricavi complessivi ) 3, ricavi derivanti dalla ".


[L_RANDNUM-10-999]
Sitemap