Leonardo da vinci la vergine delle rocce descrizione


Le espressioni dei volti sono molto studiate e rese abilmente grazie all'uso di luci ed ombre e all'effetto sfumato; permane la tendenza tipica di Leonardo a rappresentare profili mascolini e spigolosi.
Linterpretazione leonardesca del fatto è diversa: non la riflessione sulle parole del maestro, ma lagitazione, lo sconcerto, la discussione.
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nella discussione i dodici apostoli si dividono in quattro gruppi da tre ciascuno: fra essi è Giuda, rivolto verso Cristo.Il dettagliatissimo contratto, datato, prevedeva una composizione un po' antiquata, con la Madonna tra angeli, profeti e Dio Padre, che in un momento imprecisato venne variata dal pittore, optando per l'incontro tra Gesù e san Giovannino nel deserto, alla presenza di Maria e.In quegli anni la prima versione venne venduta a Luigi XII di Francia.Soprattutto la mano della Vergine è stata rappresentata da Leonardo utilizzando un forte scorcio di non facile costruzione.Lambiente naturale nella quale è ambientata la scena è un paesaggio roccioso.Dopo il 1506 i soggiorni fiorentini di Leonardo si diradano.Si osservi in particolare il dipinto raffigurante SantAnna, la Madonna e il Bambino con un agnello: il sorriso esprime il rapporto damore fra lessere umano e la natura.Angelo di sinistra del trittico originale Angelo di destra del trittico originale La composizione è, in generale, identica alla prima redazione del dipinto, con uno sviluppo piramidale complesso e numerosi rimandi da un'estremità all'altra del dipinto: al centro si trova la Madonna, che con.Il lieve trapasso dei piani della luce allombra, esprimono il palpito che fa della Gioconda una creatura umana.Al di là del parapetto è lo spazio naturale, ove si distinguono strade, un ponte, acqua, pianure, montagne; leonardo da vinci michelangelo similarities uno spazio che viene reso più ampio dal digradare cromatico e dallo sfumato.Angela Ottino Della Chiesa, pag.Leonardo da Vinci : è nota col nome di prospettiva aerea.Leonardo studia accuratamente il proporzionamento del corpo umano, seguendo gli insegnamenti del suo maestro, il Verrocchio.Il sorriso, poi è stato oggetto di ogni genere di indagine.Prima, quella indicante dellangelo, la mano che benedice di Gesù Bambino, poi, le mani giunte del Battista e, infine, la mano protesa in avanti della Vergine.Sfumato e prospettiva aerea saranno magistralmente utilizzati nella Gioconda.La caverna affascina Leonardo sia dal punto di vista geologica e scientifico, sia dal punto di vista di "interiora" della Terre, natura sotterranea o subnatura.Dietro al Cristo, ecco langelo: in ginocchio, ha la stessa posa.Le quattro figure sono quindi collegate tra loro da gesti e sguardi, che creano triangoli tra le direttrici delle linee di forza, il tutto racchiuso in una forma circolare che suggerisce completezza ed eternità.Il bambino, inoltre, solleva le mani in un gesto di benedizione rivolto al Battista.Molto diversa è invece l'atmosfera generale, molto più nitida e "asciutta con una cromia spenta, basata su un azzurro cinerino e su varie tonalità del bruno, che rimanda alla tradizione lombarda.
Leonardo a Milano, a Milano, dove rimarrà al servizio di Ludovico il Moro per circa un ventennio, il maestro attende a progetti di architettura; immagina palazzi e pensa strade a vari livelli; inventa anche macchine di ogni genere.


[L_RANDNUM-10-999]
Sitemap