Taglio pensioni d'oro voto




taglio pensioni d'oro voto

Ecco, larticolo pubblicato da, mafia Capitale.
Segnala, stampa, potrebbe interessarti.
L'emendamento alla Legge di Bilancio riguardava i vitalizi dei politici già in pensione, motivo per cui ad esempio Ugo Sposetti, ex tesoriere del Pd e dato come vicino alla frangia scissionista che ha lasciato il partito, ha condotto una battaglia contro la proposta Richetti in nome.Ben 69 del Partito Democratico (solo sette hanno votato a favore).Registro Imprese Roma: REA Roma n 1450962 Cap.Un parametro questo samsung a3 prezzo comet però che, così come concepito dal Governo, non era valido per tutti.«Il patto delle Iene tra Pd e M5S così lo avevano chiamato Le Iene.«Avevamo fatto di tutto per provare a sbloccarla ha dichiarato l'inviato, che aveva raccolto il sì del Movimento 5 Stelle.Vitalizi dei politici in pensione: non saranno tagliati come voleva la proposta presentata da Matteo Richetti.Si leggeva, infatti, nel dl (proprio al comma 2 dellarticolo 1) che i soggetti che alla data marchi taglie curvy del 22 dicembre 2011 abbiano maturato i requisiti per laccesso al pensionamento, non siano titolari di altri trattamenti pensionistici e risultino essere percettori di un trattamento economico imponibile.E di fatto tutte e due le aprti di certo hanno qualche problemino da risolvere.Governo Berlusconi IV conclusosi nel 2011.Qualcuno può legittimamente dire che duemila euro di pensione sono una pensione doro?La proposta avrebbe interessato circa.600 ex parlamentari che ogni anno ricevono in tutto 193 milioni di euro netti di vitalizio, ma dopo aver superato l'esame della Camera nel mese di luglio è carpisa catalogo sconti stata respinta dal Senato.Le parole di, luigi Di Maio sul taglio alle pensioni d'oro che porterebbe ad un risparmio di 12 miliardi di euro hanno scatenato una vera e propria polemica tra M5s.Mi sono fermato qua per un semplice motivo, ossia i nomi citati: Belisario, Lannutti, Pardi e Bugnano sono tutti ex senatori che hanno concluso la loro ultima esperienza parlamentare nel 2013.Ma in questa bagarre su cifre e costi è intervenuto a Radio Anch'io su Radio uno, questa mattina, Matteo Renzi che ha messo nel mirino Di Maio per le sue idee confuse: "Certo che sono 12 miliardi, veda bene».
Quanto accaduto il 2 maggio ne è la riprova.





Secondo Sposetti, insomma, non è legale che un emolumento - come può essere un vitalizio - o un beneficio ottenuto in passato venga negato in seguito.

[L_RANDNUM-10-999]
Sitemap